Chi Siamo Catalogo Novità Appuntamenti Newsletter Contatti


Letteratura

Nanda Annibaldi
ovvero l'Ossimòro

L’idea di questa scrittura non l’ho cercata lontano, mi è nata tra le mani con la semplicità di chi guarda osserva deduce.

Giuseppe Vannicola
Il veleno

Nota introduttiva e cronologia di Marina Bernardini
con un articolo di Carlo Melloni
Nel centenario della morte dell'ultimo «bohémien d'Italia», ripubblichiamo l'opera in prosa Il veleno, edita a Firenze nel 1911 come primo numero della collana Prose dell'editore Baldoni.

Ciro Bove
Il pensiero, la parola e l'eterno.
Poesie e dialoghi

L'esserci (il Dasein), la parola, il morire e il silenzio dell'eterno. Una rappresentazione del conflitto umano: l'uomo esistente, che nel breve arco della vita trova il proprio bene e il proprio sentirsi vivo (Diòniso) e la vita come coscienza dell'uomo nell'essere teso a Dio, a un bene divino (Maria di Màgdala).

Giulio Ferroni
«Per fuggir la mattana».
Annibal Caro e la scrittura

Raccolgo in questo volume i miei saggi su Annibal Caro, redatti generalmente in anni lontani e in collegamento con il lavoro della mia tesi di laurea (discussa con Walter Binni e Riccardo Scrivano il 1° marzo 1967), che consisteva in un’ampia monografia su tutta l’opera dello scrittore di Civitanova.
Paolo Petruzzi
Leopardi e il Libro sacro
Memoria biblica e nichilismo

Il volume presenta una rilettura degli scritti leopardiani, soprattutto quelli filosofici, con l’intento di ricostruire il complesso rapporto tra il poeta recanatese e la Bibbia. Il giovane figlio del conte Monaldo inizia lo studio dell’Antico e del Nuovo Testamento negli anni della fanciullezza, nella prospettiva della tradizione apologetica moderna.
Joyce Lussu
Inventario delle cose certe
a cura di Gianfranco Leli
Terza edizione con due nuove poesie

Sul certo non possiamo non capirci; non ci sono casi speciali; la maniera migliore di vivere è quella di non prendersi troppo sul serio.